Andrea Riccardi torna a parlare di Aleppo e della guerra in Siria

Andrea Riccardi non molla la presa sulla questione di Aleppo e della guerra in Siria. L’ex ministro per la Cooperazione Internazionale e l’Integrazione –  che tra l’altro ha conoscenza diretta di quei luoghi – aveva già lanciato nel 2014 un appello che lanciò sul web l’hashtag #savealeppo, che venne anche raccolto dall’inviato ONU Staffan de Mistura.
Oggi, dopo anni e decine – anzi centinaia – di migliaia di morti, non si vede ancora una possibile soluzione.
C’è uno scandalo umano e politico, sarebbe necessaria una rivolta morale e popolare. Non – come purtroppo succede – per reagire alla grave migratoria, ma sulle cause di questa migrazione epocale che nessuno sembra voler fermare davvero.
L’appello di Riccardi fa nomi e cognomi. Indica responsabilità precise. Non è una generica affermazione di principio, ma una chiara presa di posizione e chiama a scelte non più rimandabili. Verrà raccolta?

per saperne di più vai anche su Huffington Post

Facebooktwitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *