Torna a crescere la fiducia nel governo Monti

Fiducia a quota 57% per Monti secondo un sondaggio di IPR commissionato
da Repubblica.it su un campione di 1000 individui rappresentativo della
popolazione italiana in età di voto. Percentuale di gradimento abbastanza alta,
che torna a risalire in concomitanza con le liberalizzazioni, dopo il calo di
fiducia immediatamente successivo al varo della manovra che aveva portato la
percentuale al 52% contro il 62% raggiunto subito prima, il 1 dicembre.
Il governo nel suo complesso ha mantenuto invece una
percentuale di gradimento abbastanza stabile intorno al 55%. Andando a
vedere la fiducia nei singoli ministri, alcuni non sono ancora molto conosciuti
dagli intervistati e non sono stati presi in considerazione dal sondaggio,
mentre troviamo il ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri al 53% (in calo
di 2 punti) e il responsabile della Cooperazione e Integrazione Andrea Riccardi al 51% (in
crescita di 3 punti), seguiti ex aequo al 50% dai ministri per i Rapporti con
il Parlamento Piero Giarda (in calo di 4 punti), del Lavoro Elsa Fornero (che
subisce un tracollo di ben 8 punti rispetto al 
sondaggio di dicembre che la vedeva al primo posto ex equo con il
premier) e dello Sviluppo Corrado Passera (in salita di 4 punti). Sotto il 50% i
ministri della Giustizia Paola Severino al 46% (in calo di 2 punti),
dell’Istruzione Francesco Profumo al 45% (invariato) e dell’Ambiente Corrado
Clini al 37% (invariato).
Facebooktwitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi una mail quando viene pubblicato un nuovo articolo.

Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.