Paglia e Scaglia, ancora in ricerca

Dopo il volume In cerca dell’anima, dedicato alla riflessione sulla società italiana – e che ha costituito un sorprendente successo editoriale, vista anche la complessità del tema – Vincenzo Paglia e Franco Scaglia, una coppia di autori decisamente “assonanti”, tornano in libreria con una nuova fatica, dal titolo ancora più impegnativo: Cercando Gesù. Il sottotitolo, per la verità, è ancora più netto e recita: In un mondo sempre più confuso, siamo ancora capaci d’amore?
La presentazione del volume è prevista per il pomeriggio di lunedì 19 marzo a Roma, nella prestigiosa cornice del Teatro Argentina, con una serie di oratori di vaglia: coordinati da Monica Maggioni, saranno presenti il direttore del Corriere della sera Ferruccio De Bortoli, il presidente del Pontificio consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione mons. Rino Fisichella, il ministro Corrado Passera e Luciano Violante.
Vincenzo Paglia, vescovo di Terni e consigliere spirituale della Comunità di Sant’Egidio, è presidente della Conferenza episcopale umbra e della Federazione biblica cattolica internazionale; ha alle spalle decine di pubblicazioni, sia di argomento scritturistico che in dialogo con la cultura laica contemporanea, tra cui Lettera a un amico che non crede, con Arrigo Levi, e Dialoghi post-secolari, con Giuliano Amato.
Franco Scaglia, dal suo canto, è scrittore e giornalista; inviato più volte in Medio Oriente, lavora da tempo alla Rai, dove ricopre l’incarico di vicepresidente di Rai Sat. Autore di racconti, romanzi, drammi, è stato finalista nel 2000 al premio Campiello (con Margherita vuole il regno), che ha poi vinto nel 2002 con Il custode dell’acqua.
Hanno dichiarato i due autori: «Questa volta abbiamo deciso di riflettere su quanto resti oggi degli insegnamenti di Gesù, della sua indignazione, della sua carità, del suo sacrificio e abbiamo immaginato che il dialogo avesse maggiore senso se collocato fisicamente nei luoghi della Passione. A Gerusalemme, appunto. Il nostro percorso, rispettoso e commosso nel calpestare i luoghi dove lui predicò, sarà un vero pellegrinaggio verso un sogno, quello di Gesù». Una suggestione quanto mai interessante nell’approssimarsi del tempo pasquale.
Facebooktwitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *