Ricca di eventi e novità l’edizione 2019 di Maker Faire

Dal 18 ottobre fino a domenica 20 si svolge a Roma la settima edizione dell’importante evento europeo dedicato all’innovazione: “Maker Faire Rome”. In questa che è l’edizione europea di un movimento mondiale, si danno appuntamento gli appassionati di tecnologia, gli artigiani digitali, le scuole, le università, gli educatori, i centri di ricerca, gli artisti, gli studenti, le imprese e un pubblico di curiosi di ogni età, tutti interessati a vedere cosa la tecnologia, lo sviluppo e il progresso quali novità introdurranno nel prossimo futuro.
In particolare, quest’anno una delle linee di tendenza, divenuta centrale per l’attenzione così fortemente ricolta verso le tematiche ambientali, Maker Faire adotta un approccio “carbon neutral”. L’espressione sottende l’intento di seguire un percorso virtuoso – indiscutibilmente complesso ed impegnativo – che porti a ridurre l’impatto ambientale della Fiera, trasformandola in un evento di grande valore ambientale, oltre che tecnologico. 
Infatti, buona parte delle emissioni di gas serra generate nei giorni di apertura attraverso la piantumazione del bosco Maker Faire, dove gli alberi saranno tracciati uno ad uno con un Code ed un sistema di geo localizzazione.
L’evento vedrà l’esclusivo utilizzo di energia prodotta da fonte rinnovabile. Così, anche materiale utilizzato per offrire cibi e bevande nei vari punti di ristoro sarà integralmente biodegradabile e compostabile.
Inoltre, la Fiera sarà un evento “Plastic free”, gli organizzatori invitano i visitatori a non portare con sé e a non utilizzare bottiglie o contenitori di plastica. 

I principali temi ed argomenti trattati in questa edizione saranno: – robotica e intelligenza artificiale; – economia circolare; – IoT (cioè, l’estensione di Internet al mondo degli oggetti e dei luoghi concreti); – manifattura digitale; – foodtech e agritech; – urbantech e mobilità smart; – tecnologie per lo sport e la salute, – edilizia sostenibile, – realtà virtuale e aumentata, – spazio, artech, edtech; e molto altro!
Gli espositori superano le 600 unità e saranno allocati in diverse unità, suddivise per aree tematiche.
Tantissime le realizzazioni in mostra, gli espositori, le conferenze di esperti, incontri con imprenditori interessati.
Anche quest’anno vi sarà uno spazio esclusivo dedicato alle scolaresche che visiteranno la fiera.
In questa tre giorni saranno organizzati centinaia di eventi, nei più svariati campi e settori: dalla robotica all’apprendimento, dal riciclo all’ecosostenibile, dalle pratiche aerospaziali all’utilizzo di ponti idraulici, dalla fabbricazione digitale di accessori e gioielli ai droni programmabili; dall’energia per il futuro alla creazione di una metodologia di studio per l’apprendimento delle lingue e che aiuti nello svolgimento dei compiti; e molto altro!
Una Fiera quindi anche quest’anno di altissimo livello con tantissime novità che potranno rivoluzionare e semplificare la vota quotidiana di moltissime persone!
Chi avrà la possibilità di recarvisi, avrà fatto sicuramente un buon investimento di tempo. 

Germano Baldazzi
Facebooktwitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *