Un intervento straordinario volontario per l’emergenza educativa al tempo del Covid-19

Ha trovato un certo risalto sui media l’indagine della Comunità di Sant’Egidio sulla didattica a distanza nella scuola primaria.

Svolta su un campione di 800 bambini residenti a Roma, iscritti in 44 scuole “elementari”, essa ha rivelato come un numero notevoli di piccoli studenti si fossero confrontati solo in misura parziale con la modalità imposta dall’emergenza coronavirus.

Non saremo noi qui a difenderne la validità, dato che anche su questo blog si è sottolineato come essa non possa essere davvero scuola. E’ un tampone in mancanza di meglio, fino a quando non si potrà tornare alla normalità.

Certo, dispiace leggere che molti bambini, e tra questi molti dei più vulnerabili tra di loro, non hanno potuto godere appieno del diritto allo studio. Vogliamo perciò associarci all’appello lanciato dal presidente della Comunità, Marco Impagliazzo, affinché “nei mesi estivi si apra una risposta educativa su base volontaria e sia colmata quella povertà educativa che si è creata a causa della pandemia”.

Riaffermando l’impressione che tanti docenti e tante scuole hanno fatto il massimo per garantire un percorso formativo il più possibile valido, perché non pensare a un intervento in più durante l’estate? Su base volontaria, per piccoli gruppi, in spazi all’aperto?

Nel pieno dell’emergenza sanitaria – lo ricorderete – era stato fatto appello a medici, ex medici, infermieri, etc., tutti volontari, perché supportassero i sistemi sanitari del Nord, più duramente provati dalla pandemia. Ebbene, sappiamo come tanti, tantissimi, molti di più del necessario, abbiano risposto all’appello, rivelando quel volto nobile d’Italia che si affianca per fortuna ai lati peggiori del nostro carattere nazionale e ci fa superare le crisi peggiori.

Perché non pensare qualcosa del genere per questa emergenza educativa? E’ solo così che andrà bene per tutti.

Francesco De Palma

Facebooktwitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *