fbpx

“Il pane perduto” della Bruck …

In un’intervista al “Corriere della Sera” di qualche giorno fa Edith Bruck, reduce dell’universo concentrazionario nazista e autrice de “Il pane perduto” (La Nave di Teseo), di recente ricevuta al Quirinale e visitata da papa Francesco (se n’è parlato anche su questo blog), apre il suo cuore e ripercorre i suoi 90 anni di vita.

“Io non parlo solo di me stessa, nei libri: ma del mondo, dei giovani e del loro domani, dell’umanità. Ieri la persecuzione è toccata a me con il nazismo, oggi può toccare a te, domani ad altri. Per questo scrivo. Non bisogna mai tacere per esempio oggi contro il razzismo, l’intolleranza, l’aggressività, l’indifferenza, anche la volgarità”, dichiara. “Per esempio giorni fa alcuni professori di una scuola romana mi hanno detto: ‘Signora per favore venga a raccontare, qui certi ragazzi cantano inni fascisti, non sappiamo più come fare. Come si fa a tirarsi indietro? Sono piena di lettere di giovani che mi ringraziano dopo le mie visite nelle scuole. I ragazzi supplicano di sapere e di capire, molto più di quanto pensiamo”.

“A Bergen Belsen”, racconta, “dovemmo ‘ripulire’ come ci dissero, il campo dai cadaveri degli uomini morti. Uno di loro era ancora vivo, mi disse: ‘Racconta, non ci crederanno, racconta, se sopravvivi, anche per noi’. Così ho fatto”. Ma nell’intervista non c’è solo il ricordo degli orrori del passato, bensì pure quello delle difficoltà del presente: “Mio marito, l’amore della mia vita. Alla fine l’ho assistito per dieci anni, un lungo Alzheimer. È stato il più bel periodo della mia esistenza: far nascere ogni giorno un essere umano, assistendolo”.

Oggi l’ultima fatica editoriale della Bruck sarà presentata alle 17.30 dalla Società “Dante Alighieri”, su “dante.global” e su Facebook, per la rassegna #PaginediStoria. Con l’autrice il Presidente della “Dante” Riccardi e il Segretario Generale Masi.

Francesco de Palma

Francesco De Palma
Latest posts by Francesco De Palma (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *