fbpx

Muore a 100 anni il maestro Gianrico Tedeschi

Si è spento ieri all’età di 100 anni, nella sua casa sul Lago d’Orta, il celebre attore di cinema e di teatro Gianrico Tedeschi.

Il 20 aprile scorso aveva festeggiato il suo centesimo compleanno, insieme alla moglie e alle due figlie. Aveva ricevuto numerosi auguri da parte di colleghi dello spettacolo e i personalissimi auguri del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

È stato uno dei testimoni degli orrori del Novecento, in quanto nel corso della Seconda Guerra Mondiale aveva combattuto nel corso della campagna di Grecia. Dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943, era finito internato in campo di prigionia, prima a Beniaminovo, poi a Wietzendorf e Sandbostel, poiché non aveva aderito alla Repubblica di Salò. In quel contesto aveva avuto la ventura di incontrare e conoscere Giovannino Guareschi, che aveva subito la medesima sorte.

Interrotti gli studi a causa della guerra, aveva ripreso con profitto e, nel 1947, si diplomava all’Accademia nazionale d’arte drammatica, debuttando a teatro sotto la guida di Giorgio Strehler. Ma, non disdegnava anche la partecipazione a commedie musicali.

La sua è stata una lunga carriera teatrale, che lo ha reso uno dei preferiti tra gli addetti ai lavori e al pubblico specializzato, in particolare per l’impegno con i grandi classici.

Dotato di una grande versatilità, con gli anni, aveva partecipato anche a progetti televisivi quali “I giocatori”, “La professione della signora Warme”, “Tredici a tavola”, fino ad arrivare ad essere protagonista di fortunati sceneggiati della Rai, quali “Delitto e castigo” e “Il gabbiano”.

Negli anni Settanta era stato chiamato anche alla pubblicità che lo ha reso celebre al grande pubblico (in particolare con il “Carosello” della Sperlari).

Germano Baldazzi

Facebooktwitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *